DALLA PASSERELLA DI “UNA RAGAZZA PER IL CINEMA” AL SET CINEMATOGRAFICO SU RAI U

SCENA DAL SET

I concorsi di bellezza rappresentano da sempre il più importante punto di partenza per tutte quelle ragazze che desiderano intraprendere una carriera nel mondo della moda, della pubblicità ma soprattutto nel cinema. Ecco, in sintesi, l’obiettivo del concorso Nazionale di bellezza e talento “Una Ragazza per il Cinema”, manifestazione organizzata da Antonio Lo Presti e Daniela Eramo, giunta alla 30° Edizione, appena conclusa da alcuni giorni.

Una Ragazza per il Cinema”, si differenzia da ogni altro concorso, perché tende ad individuare attraverso le numerose selezioni, elementi nuovi dotati di talento, personalità e dalle precise caratteristiche professionali, offrendo realmente, alle concorrenti, opportunità di crescita professionale, grazie alle collaborazioni strette in ogni ambito del mondo dello spettacolo e del cinema.
Così come è successo a
Giusy Buscemi, incoronata e vincitrice nel 2010, a Giulia Todaro eletta nel 2014, ad Alessia Debandi, piemontese, eletta nel 2016, solo per citarne alcune, sono diventate, qualche anno dopo, affermate attrici di fiction e protagoniste al cinema.
Così come succederà anche alla neo vincitrice di quest’anno, la catanese
Naomi Moschitta, dal 20 settembre, già al lavoro sul suo primo set, da reginetta della celluloide, protagonista in una fiction che sarà girata in Sicilia.
Ma la lista continua.
Rosanna Sapia, 26 anni, di Catania, terza classificata nel 2015, è impegnata in questi giorni, nel romanzo popolare, «La vita promessa», in onda su RaiUno, che racconta di una famiglia siciliana emigrata nell'America del proibizionismo e della crisi del 1929, con Luisa Ranieri, per la regia di Ricky Tognazzi. “Il mio percorso di attrice comincia all’età di 18 anni – afferma Rosanna Sapia - frequentando 3 anni di teatro e dizione a Catania. L’occasione di poter studiare seriamente con professionisti la ottengo partecipando ad Una ragazza per il Cinema, arrivando terza a livello nazionale e ricevendo la borsa di studio all’Actor’s planet, di Rosella Izzo. Il mio sogno è quello di diventare una brava attrice italiana come quelle degli anni 50/60 e conquistare in primis l’Italia...amo la Loren e la Magnani, sono il mio esempio. Ad oggi sono impegnata sul set per un film al cinema girato tra la mia Sicilia e Roma nel ruolo di Consuelo, protagonista femminile. Dedico il mio debutto – continua l’attrice catanese - alla mia famiglia e alla mia nonna che non c’è più, mia prima fan... mi incoraggiava sempre dicendomi che sarei diventata una bellissima e bravissima attrice, io ci spero e continuo.”

ROSANNA SAPIA