CineMigrare: tappa autunnale nel cuore della perla dello Ionio

Schermata 2018-10-09 a 12.44.24 PM 

L’orgogliosa organizzazione della macchina “CineMigrare – Festival Internazionale di Cinema senza Frontiere” è pronta per la sua settima tappa. Il 19 ottobre 2018, infatti, la manifestazione si sdoppierà in due appuntamenti ideati per coinvolgere il pubblico di ogni età. Luogo scelto, la meravigliosa città di Taormina, crocevia di incontri culturali nazionali e internazionali.

La prima parte dell’evento si svolgerà presso l’II.SS. Pugliatti, scelta niente affatto casuale: una delle mission di CineMigrare è proprio quella di proporre e analizzare la tematica insieme ai giovani delle scuole e delle università. A inaugurare la mattinata, Cono Cinquemani (autore di Zia Favola, una storia Siculish) seguito dal regista Luca Lepone che discuterà con lo scrittore Antonio Ciravolo il suo Amira, tra i cortometraggi italiani più apprezzati degli ultimi anni. Gli incontri, moderati rispettivamente dal critico storico Franco La Magna e dal giornalista Andrea Maglia, saranno preceduti dal concorso di cortometraggi internazionali, il cui vincitore sarà scelto dal pubblico di studenti.
Nello specifico, i corti finalisti, arrivati da tutti gli angoli del mondo sono:

LA FESTA PIÙ BELLISSIMA
di Hedy Krissane (Italia, 2018)
TORINO ‘63
di Noemi Pulvirenti (Italia, 2017)
WHERE IS EUROPE?
di Valentina Signorelli (Italia, 2018)
TUNISIA 2045
di Ted Hardy-Carnac (Francia, 2016)
DESTINO
di Kristina Cepraga Goodwin (Italia, 2018)

L’incontro del pomeriggio avrà luogo nella splendida cornice del
Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, con il patrocinio dell’Ordine degli avvocati di Messina, e vedrà la presenza dei registi Antonella Barbera e Fabio Leone e dello scrittore Cono Cinquemani. Barbera e Leone, ennesi, presenteranno il loro ultimo lavoro, Advenae, cortometraggio realizzato in collaborazione con l’ERSU di Enna. L’eclettico Cono Cinquemani, col suo volume Zia favola, una storia siculish analizza il fenomeno linguistico che prende oggi il nome di “siculish”, vale a dire la sicilianizzazione della lingua inglese, ennesima dimostrazione della mescolanza tra lingue e culture.
I lavori saranno aperti da
Vincenzo Ciraolo (Presidente Ordine degli Avvocati di Messina), Nunzio Cammaroto (Consigliere Ordine degli Avvocati di Messina), Giovanni Villari (Componente Commissione diritti umani CNF). A moderare l’incontro, il giornalista Emilio Pintaldi.
 
CineMigrare, inoltre, vuole essere non solo un tramite per la conoscenza della tematica dell’immigrazione, ma anche un modo per valorizzare il lavoro di chi se ne occupa. Per questo motivo, saranno assegnati ben tre premi ai tre protagonisti della giornata (Cono Cinquemani, Luca Lepone e la coppia Antonella Barbera e Fabio Leone) “per aver saputo veicolare in modo esemplare il tema dell’immigrazione”.
 
I curatori della rassegna,
Cirino Cristaldi e Giampiero Gobbi, membri del direttivo dell’Associazione Culturale No_Name, hanno dichiarato: “CineMigrare continua a tirare fuori il meglio di noi insieme alla voglia di mettersi in gioco di volta in volta. Cambiando sede, è bello avere un pubblico diverso e che mostra interesse a questa tematica che ci sta particolarmente a cuore. Ci piace pensare che siamo riusciti a legare la nostra passione per il cinema al tema dell’immigrazione e dell’integrazione, punto focale della Sicilia degli ultimi decenni”.

Schermata 2018-10-09 a 12.47.41 PM