Debutta a Catania Ogni storia ha la sua musica l’imponente opera di Savì Manna

Schermata 2018-01-25 a 11.37.48 PM

Nell’ambito della rassegna Altrescene nella giornata internazionale che celebra le vittime dell’Olocausto va in scena uno spettacolo con 30 elementi, in cui il diritto di parola è riservato solo ai morti, vittime innocenti di una strage che è necessario non dimenticare, mentre ai vivi è concesso solo il silenzio, o la sublimazione del dolore in lirica. “Ogni storia ha la sua musica” – Catania, Zo Centro Culture Contemporanee. sabato 27 gennaio h 21 e domenica 28 gennaio h 21

 

Per Altrescene, la rassegna di Zo Centro Culture Contemporanee di Catania dedicata al teatro contemporaneo, debutta in prima nazionale nel Giorno della Memoria,  sabato 27 gennaio alle ore 21 (replica domenica 28 gennaio alla stessa ora), Ogni storia ha la sua musica, il nuovo spettacolo del drammaturgo, regista e attore catanese Savì Manna, che con questo testo è stato finalista al concorso europeo di drammaturgia Premio Tragos nel 2014
Dopo il grande successo di Turi Marionetta – il pluripremiato spettacolo per ragazzi, apprezzato anche Oltralpe – Savì Manna cambia radicalmente registro e dopo quattro anni di lavorazione prende vita sulla scena l’imponente opera teatrale, prodotta da Santo Maccarrone con il sostegno di Leggende Metropolitane, Zo Centro Culture Contemporanee e Statale 114, che vede in scena trenta elementi: lo stesso Manna (che firma anche la regia) con Turi Motta, il mezzosoprano Antonella Guida, il violoncellista Enrico Sorbello e i 26 elementi del Coro Nazionale protestante Note di Pace diretto da Angela Lorusso, composto da appartenenti alle chiese avventiste, luterane, valdesi e di diversi orientamenti religiosi e culturali.
Nella giornata internazionale che celebra le vittime dell’Olocausto, Savì Manna porta in scena un’opera teatrale scritta d’istinto e nata “per non dimenticare” i tanti morti di quella tragedia che per l’autore è diventata un pensiero ossessivo. 
OGNI STORIA HA LA SUA MUSICA Rassegna Altrescene, Zo Centro Culture Contemporanee Sabato 27 gennaio ore 21; domenica 28 gennaio ore 21 Prima nazionale Finalista al concorso europeo di drammaturgia Premio Tragos, 2014 Di e regia Savì Manna Con  Savì Manna e Turi Motta con il Coro Nazionale Protestante “Note di Pace” diretto da Angela Lorusso, il mezzosoprano Antonella Guida ed Enrico Sorbello, violoncello solista Scenografia e disegno luci Salvo Pappalardo  La melodia originale “La Sua Musica” è di Savì Manna, arrangiamento Dario Grasso  Costumi Silvana Finocchiaro Arrangiamento musicale del testo Angela Lorusso, Andrea Paderni Grafica video Sègoléne Le Contellec  Produzione Santo Maccarrone  Coproduzione Leggende Metropolitane, Zo Centro Culture Contemporanee, Statale 114
CORO NAZIONALE PROTESTANTE “NOTE DI PACE”
Direttore: Angela Lorusso
Soprani: Anna Ciminello, Anna Maria Rumeo, Katia Frustaci, Ivana Mancuso. Mariella Fugà, Gida Cultrera, Sandra Olivieri
Contralti: Annalisa Loddo, Cettina Di Mauro, Dora Lorusso, Lea Berreca, Maria Sapuppo, Pina Loviglio, Raffaella Lombardi
Tenori: Andrea Lanzafame, Andrea Paderni, Pietro Fioretti, Pino Zagaria, Romeo Callipo
Bassi: Domenico Porfido, Edouard Kibongui Kanza, Eugenio De Robertis, Marco Cavallo, Carmelo RussoPianoforte: Andrea Troina

Turi Motta_Savi Manna_Ogni storia ha la sua musica