CineMigrare: ad Anna & Bassam di Davide Rizzo il Premio del Pubblico

Schermata 2018-05-25 a 3.49.46 PM

CINEMIGRARE. Durante la prima tappa etnea premiati anche i registi Luciano Accomando e Alberto Gatto. Ottimo riscontro dal pubblico e tanti spunti per un tematica quanto mai attuale

CATANIA – Si conclude la prima tappa dell’anno del Festival Internazionale CineMigrare. L’evento ha visto sul palco importanti figure del mondo della cinematografia internazionale e non solo. Le due animate conferenze hanno avuto come protagonisti i registi Alberto Gatto (Mer Rouge) e Luciano Accomando (Immagini dal vero). Nell’occasione, i due ospiti sono stati insigniti dello  speciale Premio CineMigrare 2018 per “aver saputo veicolare la conoscenza del tema dell’immigrazione e dell’integrazione”. A moderare gli incontri, personalità di spicco del tema cardine del festival: Nunzio Famoso (docente universitario di Geografia), Antonio Ciravolo (scrittore), Emanuel Sammartino (Ufficio migranti CGIL Catania) e Andrea Maglia (giornalista). Novità di questa prima tappa etnea è stato il concorso dedicato ai cortometraggi internazionali a tema immigrazione/integrazione culturale.

ACCOMANDO - CIRAVOLO - MAGLIA

A decretare lo speciale Premio Miglior film è stato proprio il pubblico, che a fine serata ha espresso il proprio giudizio, favorendo la bellissima storia di Anna & Bassam, con regia di Davide Rizzo. Nella bellissima cornice della sede della CGIL Catania, CineMigrare ha trovato un ambiente familiare, che ha garantito un successo di pubblico che conferma, di tappa in tappa, la voglia di esplorare nuovi mondi con occhi e punti di vista differenti.

ALBERTO GATTO

Curatori della rassegna, con il patrocinio del Comune di Catania e della CGIL di Catania, sono Cirino Cristaldi e Giampiero Gobbi, membri del direttivo dell’Associazione Culturale No_Name, che hanno dichiarato: “CineMigrare è per noi la voglia di mettersi in gioco di volta in volta. Cambiando sede, è bello avere un pubblico diverso e che mostra interesse a questa tematica che ci sta particolarmente a cuore. Ci piace pensare che siamo riusciti a legare la nostra passione per il cinema al tema dell’immigrazione e dell’integrazione, punto focale della Sicilia degli ultimi decenni. Siamo già all’opera per le prossime tappe in giro per l’isola”.

FOTO 2