Dalla “Mediocrazia” alla “Sognocrazia” …

Schermata 2017-11-01 a 6.28.44 PM

Lunedì 30 Ottobre 2017, alle ore 9-13, presso l'auditorium del "Centro Scolastico Polivalente", via Giuseppe Motta 87 S.G. La Punta (Ct), i rappresentanti del “MoviMenti Sognatori Concreti” hanno incontrato gli studenti e i docenti del liceo artistico, statale e catanese, “Emilio Greco” per divulgare la conoscenza della cosiddetta “Convenzione di Faro” (Convenzione quadro del Consiglio d'Europa sul valore del Eredità Culturale per la Società) programmandone, contemporaneamente, la sua pratica nel territorio.

Dalla “Mediocrazia” alla “Sognocrazia” … il Popolo protagonista della valorizzazione del Patrimonio Culturale Comune.

SognatoriConcreti: "Uno per Noi-Tutti e Noi-Tutti per Uno".
 
Per essere felici e in pace bisogna amare noi stessi, e gli altri di conseguenza, e sognare in grande e concreto … così, abbiamo fondato il “MoviMenti SognatoriConcreti” per Sognare insieme e sostenere l’uno i sogni dell’altro.
 
Ci chiamiamo "SognatoriConcreti" perché i sogni sono possibili se, ogni giorno, ci attiviamo per concretizzarne un pezzetto, in relazione con i nostriFratelli esseri umani e al servizio della nostra comunità.
 
Ci chiamiamo “MoviMenti” (invece di movimento) perché parliamo ai cuori delle persone … dialoghiamo sull’Amore che essi vogliono testimoniare nel mondo per muovere le loro menti alla Creatività e, così, stimolare un nuovo pensiero che risogna la realtà e innova la società.
 
L’amore per ciò che facciamo eleva la nostra consapevolezza, ci fa diventare il meglio di noi stessi e ci fa essere responsabili della evoluzione del mondo (del Noi-Tutti) a partire dal nostro SognoConcreto.
 
Noi “SognatoriConcreti” siamo anime “intercuornesse” (alleate in ciò che amiamo donare al mondo) per co-creare una Rete Sociale interculturale, intergenerazionale e intersettoriale di persone che amano sognare e portare i sogni nella realtà.
 
Noi vogliamo realizzare, a Catania, la “Centrale della Creatività” per innovare il territorio siciliano a livello umano, ambientale e tecnologico.

Noi uniamo-integriamo-rigeneriamo le risorse del sistema società: dalle istituzioni politiche a quelle educative-formative, dalle organizzazioni profit a quelle no profit.
 
Noi creiamo Visioni Amanti-Sognanti di Futuro. Un futuro per Noi-Tutti fratelli esseri umani.
 
Come nel seme c'è già il frutto, così nel nostro Cuore c'è già il nostro Sogno.

Oggi, siamo qui riuniti – in un clima di festa – per divulgare la conoscenza della cosiddetta 
“Convenzione di Faro” (Convenzione quadro del Consiglio d'Europa sul valore dell’Eredità Culturale per la Società) programmandone, contemporaneamente, la sua pratica nel territorio.  I cittadini per attuare il contenuto della "Convenzione di Faro" devono allenarsi a "SognareConcreto". L’allenamento a "SognareConcreto" è l'Educazione a Vivere. Il "SognareConcreto" fa diventare SognatoriConcreti, cioè cittadini responsabili della realizzazione di una società che ispira e sostiene i Sogni del Popolo. I SognatoriConcreti sanciscono il passaggio dalla Mediocrazia alla Sognocrazia.
La Mediocrazia è il potere degli esseri umani di Rilamentarsi del mondo. 
La Sognocrazia è il potere degli esseri umani di Risognare il mondo. I nostri SogniConcreti evolvono il mondo.
 
La 
“Mediocrazia” è un termine recente – introdotto dal filosofo canadese Alain Deneault, docente all’Università di Montreal – che significa: siamo in una democrazia in cui comandano i mediocri.
 
Il mediocre è un esperto che segue sempre gli stessi schemi mentali e sociali, scarseggiando in creatività: ha una competenza utile ma che non rimette in discussione i fondamenti ideologici del sistema.
 
Il mediocre restringe il suo spirito critico all’interno di specifici confini perché se così non fosse potrebbe rappresentare un pericolo per il sistema vigente.
 
Il mediocre accetta i piccoli compromessi che servono a raggiungere obiettivi di breve termine, e si sottomette a regole sottaciute, spesso chiudendo gli occhi.
Il mediocre si piega in maniera ossequiosa a delle regole stabilite al solo fine di un posizionamento sullo scacchiere sociale.
 
La 
“Sognocrazia” è un luogo dell’anima umana che esistite da sempre: è la meravigliosa visione di un mondo in cui le persone hanno il potere di portare i loro sogni nella realtà.
La “Sognocrazia” è un mondo concreto abitato da esseri umani vivi e svegli al 100% nominati “SognatoriConcreti”: un mondo in cui le persone amano sognare, si alleano dal loro cuore come fratelli e integrano talenti e risorse per realizzare i loro sogni.
 
Più un essere umano sogna ad occhi aperti e più è sveglio.
 
I “SognatoriConcreti” si sostengono a vicenda per creare – a partire dai loro sogni – un mondo migliore e così 
innovare il territorio (locale e non) a livello umano, ambientale e tecnologico.
 
La Sognocrazia è l’unione dei cuori e l’integrazione dei SogniConcreti del Popolo.
 
La “Sognocrazia” è un sistema-sognante d’interconnessioni di beni per evolvere la società ad ogni livello – culturale, spirituale, politico, sociale ed economico: i beni (secondari) del patrimonio culturale delle comunità sono in stretta relazione con i beni (primari) del patrimonio “cuorale” degli abitanti delle comunità stesse.
 
Se i “SognatoriConcreti” non si prendessero cura dei loro Fratelli esseri umani (beni primari), nessuno potrebbe occuparsi perbene del patrimonio culturale della loro comunità (beni secondari). Il patrimonio “cuorale” è costituito dai beni primari, amore e sogni, che abitano nei cuori di tutti gli esseri umani.
 
La “Sognocrazia” è l’ambiente ideale-reale per far diventare ogni persona il meglio di se stesso, donandosi al prossimo: ogni cosa ideale diventa reale solo se ogni persona pratica l’ideale in cui crede per creare il mondo dei suoi “SogniConcreti”.
 
La “Sognocrazia” è un Popolo unito e responsabile al 100% della cura, dell’applicazione e della evoluzione della Democrazia.
 
La “Sognocrazia” è l'elevazione dell'anima di una Società per dare potere ai Sogni del Popolo.
 
La Sognocrazia è il vaccino per debellare il “geniocidio” (uccisione del genio, cit. A. Bergonzoni ) della Mediocrazia.
 
La “Sognocrazia” è la Rigenerazione delle “vittime” dei sogni infranti: ogni persona evolve in creatore di sogni amanti, a partire dalle sue illimitate risorse interiori.
 
La “Sognocrazia” è la “politicA” – con la “A” maiuscola di Amore, Anima e Arte – incarnata da ogni cittadino in quanto responsabile di quella fetta di società che influenza ogni giorno.
 
La “Sognocrazia” è il capitalismo del cuore, il “Cuoritalismo”: il capitale più importante è “che cosa amiamo fare” per lasciare il nostro segno-sogno unico e irripetibile sulla terra.
 
La “Sognocrazia” è uno Stato di “SogniConcreti”, la bandiera dei “SognatoriConcreti”.

La Convenzione di Faro esprime gli ideali, i principi e i valori della Sognocrazia.
 
La Convenzione, che prende il nome dalla località portoghese, Faro, dove il 
27 ottobre 2005 si è tenuto l’incontro di apertura alla firma degli Stati membri del Consiglio d'Europa e all’adesione dell'Unione europea e degli Stati non membri, è entrata in vigore il 1° Giugno 2011.
 
La firma italiana, avvenuta il 27 febbraio 2013, a Strasburgo, ha portato a 21 il numero di Stati Parti fra i 47 membri del Consiglio d’Europa; di questi, 14 l'hanno anche ratificata. Oggi, in Italia, è in corso il 
processo di ratifica alle camere.
 
Principio fondamentale contenuto nella Convenzione è quello secondo cui il cittadino è 
responsabile, insieme alle istituzioni pubbliche, del rispetto e della valorizzazione del patrimonio culturale, di cui il cittadino deve essere consapevole.   
 
Il cittadino è titolare di un 
“diritto all’eredità culturale” inerente al “diritto a partecipare alla vita culturale”, così come definito nella “Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo” adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 Dicembre 1948.
 
Per “patrimonio culturale” s’intende l’insieme di 
risorse ereditate dal passato, in perenne evoluzione, e comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione tra l’uomo e i “suoi” luoghi.
 
In questa più vasta categoria, s’inserisce 
“l’eredità comune d’Europa”, che individua l’identità europea, non solo come insieme di risorse creative ereditate dal passato, ma come insieme di valori fondati sul rispetto della democrazia e dei diritti umani.
 
Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti.
Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza. 
Articolo n. 1 della "Dichiarazione Universale dei Diritti Umani".


Nella filosofia che impregna la Convenzione di Faro, ogni cittadino è soggetto attivo della valorizzazione del patrimonio culturale sia per il suo 
benessere individuale che per quello della società, oltreché per quello delle generazioni future; ogni cittadino può e deve utilizzare il patrimonio culturale per arricchire i processi di sviluppo culturale, sociale, economico e politico.
 
A tal fine, gli Stati aderenti alla Convenzione s’impegnano a incoraggiare la riflessione sull’etica dell’eredità culturale, a svilupparne la conoscenza, a promuovere questi valori attraverso processi educativi e di 
formazione permanente tesi a rafforzare il senso di responsabilità dei cittadini.
 
In particolare, l’art. 11 della Convenzione fa il punto sull’impegno che gli Stati hanno assunto per consentire la 
cooperazione tra autorità e società civile, attraverso lo sviluppo di “metodi innovativi” di cooperazione, e incoraggiare organizzazioni non governative interessate alla conservazione dell’eredità culturale ad agire nell’interesse pubblico.
 
SognareConcreto insieme fa crescere i Sogni di Noi-Tutti.
 
Si apre uno scenario, tutto da definire alla luce d’iniziative concrete delle istituzioni pubbliche, in cui il cittadino, singolo e associato, è coinvolto nel processo continuo di definizione e di gestione del patrimonio culturale ed ha la possibilità di incidere nel 
progresso della società attraverso il patrimonio culturale.
 
Cittadini e organizzazioni pubbliche, private, profit e no profit sono interconnessi e in sinergia per creare una 
comunità patrimoniale coesa, creativa ed innovativa (e la tecnologia digitale è un supporto fondamentale per facilitare questa visione sociale).
 
Le azioni positive che gli Stati si sono impegnati ad assumere hanno l’obiettivo di 
incoraggiare ciascuno a partecipare al processo d’identificazione e protezione dell’eredità culturale, alla riflessione e al dibattito pubblico, di riconoscere il ruolo delle organizzazioni di volontariato, di migliorare l’accesso al patrimonio culturale, in particolare per i giovani e le persone svantaggiate.
 
Pertanto, dovranno essere pianificate ed attuate strategie di collaborazione, locali e non, d’informazione
 dell’opinione pubblica sugli obiettivi e l’esecuzione della Convenzione di Faro, e attivati processi di educazione e formazione permanente sul patrimonio culturale.
 
Come recita un noto slogan pubblicitario, “per amare la cultura ci vogliono persone che ci insegnino ad amarla”: la consapevolezza sul patrimonio culturale – se diventa presente a tutti i livelli di formazione attraverso la 
ricerca interdisciplinare – può renderci cittadini che amano le proprie ricchezze e la propria identità culturale e sanno trasmetterne l’amore alle nuove generazioni.

SognareConcreto è fare "Castelli in aria" con le fondamenta in terra.
In definitiva, conoscendo, tutelando e amando il proprio patrimonio culturale, ogni cittadino può contribuire alla edificazione di una società pacifica, democratica e inclusiva di ogni diversità culturale e religiosa.
Una società che diventa “comunità patrimoniale” perché sorgente delle interazioni fra le persone e i luoghi del patrimonio culturale, inteso come patrimonio comune dell’Europa.
 
 
Hai un Sogno … ? Dillo a tutti!
 
Interventi per la Sognocrazia
 
 
Dott. Nello Di Mauro
Lifecoach – Fondatore “MoviMenti SognatoriConcreti”
 
Dott. Oscar Di Montigny
Direttore Marketing, Comunicazione e Innovazione – Banca Mediolanum
 
Prof. Alain Deneault
Scienze Politiche – Università di Montréal, Docente e Filosofo canadese e Autore del libro “La Mediocrazia”
 
Prof. Giuliano Volpe
Presidente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici – Ministero per i Beni Culturali e Ambientali
 
Antonio Presti
Mecenate e Presidente della Fondazione “Fiumara d’Arte”
 
Prof.ssa Liliana Nigro
Storia del Costume – Accademia Belle Arti di Catania
 
Prof. Marco Romano
Economia e Gestione delle Imprese – Università degli Studi di Catania
 
Dott.ssa Melita Nicotra
Economia e Gestione delle Imprese – Università degli Studi di Catania
 
Prof. Giovanni Ruggieri
Economia del Turismo ed Economia delle Industrie Turistiche – Università degli Studi di Palermo
 
Dott.ssa Michela Ursino
Funzionario Direttivo Archeologo – Soprintendenza di Catania
 
Dott.ssa Anna Maria Iozzia
Direttore Archivio di Stato di Catania
 
Dott.ssa Angela Inferrera
Vicepresidente Associazione Regionale Guide Sicilia – ARGS
 
Prof.ssa Giusi Liuzzo Gargano
Presidente “Archeoclub-Catania” e Consigliere Nazionale “Archeoclub-Italia”
 
Avv. Roberto Nanfitò
Dirigente Area Comunicazione – Autorità di Sistema Portuale Distretto di Catania
 
Dott.ssa Anna Maria Ciccia
Direttrice Scuola di Biodanza della Sicilia e Fondatore “MoviMenti SognatoriConcreti”
 
Dott. Pietrangelo Buttafuoco
Giornalista professionista
 
Giovanni Milazzo Fondatore di “Kanèsis” e ideatore brevetto internazionale relativo a plastica fatta con la cannabis industriale
 
Dott. Angelo Alù
Presidente “Generazione Y”, Promotore 
dirittodaccesso.eu e Fondatore “MoviMenti SognatoriConcreti”
 
Dott. Riccardo Tomasello
Amministratore unico Cooperativa Sociale “Bios”
 
Dott. Sergio Talamo
Giornalista professionista, Docente in Comunicazione e Trasparenza, Dirigente del Formez PA e Co-Fondatore Associazione “PA Social”
 
Dott. Santino Scirè
Presidenza Nazionale ACLI
 
Dott. Giovanni La Magna
Dirigente Giovani Imprenditori Confesercenti-Catania
 
Prof.ssa Luisa La Rosa
Presidente Associazione “Giardino di meDea” e Responsabile del Tavolo Creativo “La Scuola Evolutiva” – “MoviMenti SognatoriConcreti”
 
Raffaele Panebianco
Coordinatore di Circolo di Catania del Movimento “Siciliani Liberi”
 
Francesco Valenti
Presidente Associazione Universitaria “We Love Unict”
 
Dott. Emanuele Nasca
Consigliere 3ª Circoscrizione – Comune di Catania
 
Avv. Laura Iraci Sareri
Presidente Consiglio Comunale 
– Comune di San Giovanni La Punta (Ct)
 
On. Giuseppe Castiglione
Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole e Forestali
 
On. Stefano Maullu
Vicepresidente Commissione per la Cultura e l’Istruzione – Parlamento Europeo
 
On. Salvo Pogliese
Commissione per i Trasporti e il Turismo – Parlamento Europeo
 
Prof. Antonio Alessandro Massimino
Dirigente Scolastico Liceo Artistico Statale “Emilio Greco”, Catania – San Giovanni La Punta – Sant’Agata Li Battiati
 
Staff professori “Emilio Greco”: Giuseppe Di Giovanni, Silvia Cacciatore, Marina Marino e Stefania Di Vita
 
Antonello Costanzo
Ideatore, Fondatore e Servitore “MoviMenti SognatoriConcreti”

La Libertà di un essere umano si misura dall'intensità del suo SognareConcreto.

Chi SognaConcreto ha il diritto di volo.