Speciale RUGBY Test Match 2017-Catania

Aspettando Italia – Fiji: l’Italrugby a Catania - i precedenti

Data infatti all’ormai lontano 1994 l’ultima gara ufficiale a Catania, ed in Sicilia, della Nazionale maggiore: quell’Italia – Romania giocato al “Santa Maria Goretti” (oggi Stadio Benito Paolone) fu infatti l’ultimo incontro in terra siciliana ad assegnare i “caps” ai partecipanti alla gara. Incontro valido per le qualificazioni allo storico mondiale sudafricano dell’anno successivo, gli ottanta minuti sul manto del Goretti videro le aree di meta inviolate: tutti su calcio di punizione i trenta punti della gara, che vide l’Italia imporsi grazie anche all’indimenticato piede di Diego Dominguez.
Questo il tabellino della gara:
CATANIA, 1 OTTOBRE 1994 (QUALIFICAZIONI RWC ‘95) ITALIA - ROMANIA, 24 - 6 (p.t. 15 - 6) ITALIA: 15 Dotto, 14 Vaccari, 13 Bordon, 12 Francescato, 11 Gerosa, 10 Dominguez, 9 Troncon, 8 Checchinato, 7 Sgorlon (21° De Rossi), 6 Arancio, 5 Scaglia (42° Sesenna), 4 Favaro, 3 Grespan, 2 Orlandi, 1 Dal Sie. All. Georges Coste. ROMANIA: 15 Brici, 14 Colceriu, 13 Solomie, 12 Fulina (dal 8° al 12° Tofan), 11 Cioca, 10 Nichitean, 9 Neaga, 8 Neaga, 7 Draguceanu, 6 Gealapu, 5 Oroian, 4 Cojocariu, 3 Branescu (56° Branescu), 2 Vlad, 1 Leonte. All. Paraschiv. Arbitro: Efraim Sklar (Argentina). I MARCATORI: 1° Nichitean, 7°, 8° e 16° c.p. Dominguez, 18° c.p. Nichitean, 32°, 38° c.p. Dominguez, 42°, 47° e 80° c.p. Dominguez.Ma vi sono altre gare infisse, come e ancor più di quella del 1994, nella memoria degli appassionati etnei e siciliani. È di esattamente un anno dopo, infatti, la partita dell’Italia contro “i mitici All Blacks” (recitava così il manifesto promozionale). A scendere in campo fu, però, l’Italia “A” (oggi Italia Emergenti), mentre per la Nuova Zelanda scese in campo una formazione molto vicina a quella “maggiore”: la formazione del pacifico era infatti in tournée europea, con in programma una vera e propria “gara due” con gli Azzurri a Bologna tre giorni dopo, e quindi con un roster ampio che vedeva convocati i “big” dei “tutti neri”. Si, fece, però, inutilmente invocare per tutti gli ottanta minuti un giocatore che già in quegli anni era leggendario: Jonah Lomu venne “risparmiato” dal coach neozelandese in previsione della gara di Bologna. Purtuttavia, il campione di sport e gentilezza non si risparmiò con i tifosi e la stampa, lasciando un ricordo indelebile nella città e nelle persone che lo conobbero.
E sarà anche un modo per ricordare l’“amico dei catanesi” Lomu la presentazione di “L’Uragano nero”, ultima fortunata fatica editoriale che il giornalista e rugbysta Marco Pastonesi ha dedicato all’ala degli All Blacks, prematuramente scomparso nel 2015 a causa di una malattia renale. L’evento precederà di un giorno il test match Italia – Fiji, e prevede la presenza dell’Autore e di speciali ospiti. Appuntamento il 10 novembre alle 19 nella sala Agorà del Borghetto Europa di piazza Europa.
Tornando alla gara del 1995, che vide gremiti gli spalti del “Santa Maria Goretti”, eccone il tabellino:
CATANIA, 25 OTTOBRE 1995 ITALIA “A” - ALL BLACKS, 21 - 51 (14 - 27) ITALIA: 15 Piermassimilano Dotto (67’ Donati), 14 Fabio Roselli, 13 Tommaso Visentin (67’ Scipioni), 12 Matteo Piovene, 11 Nicola Mazzuccato, 10 Gabriel Filizzola, 9 Gianluca Guidi; 8 Riccardo Piovan (69’ Cassina), 7 Riccardo Saetti, 6 Carlo Caione, 5 Diego Scaglia, 4 Roberto Favaro, 3 Franco Properzi Curti, 2 Giampiero De Carli (cap.), 1 Andrea Castellani (71’ Trecate). In panchina: Piergiorgio Menapace, Tommaso Ravasini, Ramiro Pablo Cassina, Roberto Rampazzo (o Franco Rossi), Eugenio Trecate, Francesco Scipioni, Pierflavio Donati. ALL BLACKS: 15 Osborne, 14 Wilson, 13 Bunce (Cap.), 12 Ieremia, 11 Rush, 10 Mehrtens (58’ Walter Little), 9 Marshall, 8 Blackadder, 7 Barry, 6 Randell, 5 Fromont, 4 Larsen, 3 Loe, 2 Ewitt, 1 Allen. Arbitro: Giacomel (Musile di Piave) MARCATORI: 3’ e 8’ cp. Mehrtens, 14’ m. Castellani, 17’ e 22’ cp. Mehrtens, 27’ m. Ieremia, 28’ m. Bunce tr. Mehrtens, 32’ cp. Filizzola, 36’ cp. Mehrtens, 37’ drop Filizzola, 40’ cp. Filizzola, 51’ m. Wilson, 64’ m. Blackadder tr Wilson, 66’ m. Osborne tr. Wilson. 75’ m. Blackadder, 80’ m. Properzi tr. Filizzola.
Altrettanto degna di nota, nonché ultima gara delle maglie azzurre a Catania ed al “Goretti”, la partita dell’anno successivo: in scena, stavolta, fu l’Australia. Quasi stesso copione dell’anno precedente: in vista del “bis” in programma quattro giorni dopo a Padova, ai Wallabies in formazione praticamente titolare (a riposo, fra gli altri, le “star” Campese e Burke, bersagliate dai cacciatori di autografi) si frappose un’Italia “A” con vari elementi titolari della nazionale maggiore. Elemento di discontinuità rispetto agli incontri più recenti, fu la reintroduzione del biglietto d’ingresso (abituale negli incontri dell’Italia sul terreno di Fontanarossa negli anni ‘60 e ‘70): nobile la finalità, con l’incasso devoluto alle attività sociali della parrocchia “Nostra Signora del SS Sacramento” del quartiere di Librino. Simile all’anno precedente anche il risultato ricco di mete e punti da entrambi i lati, una onorevole combattiva sconfitta del tutto ininfluente per il pubblico: festa doveva essere, ancora una volta, e festa fu.
Questo il tabellino:
CATANIA, 19 OTTOBRE 1996 ITALIA “A” - AUSTRALIA, 19 - 55 (P.T. 9 - 31) ITALIA: 15 Javier Pertile (80’ Soncini), 14 Fabio Roselli, 13 Francesco Scipioni, 12 Pierflavio Donati, 11 Nicola Mazzucato (50’ Corrado Pilat), 10 Francesco Mazzariol (78’ Vittorio Golferrio), 9 Gianluca Guidi (Cap.), 8 Andrea Barattin, 7 Tommaso Ravasini, 6 Franco Spazzolini, 5 Santiago Racca, 4 Mosè David, 3 Andrea Castellani, 2 Alessandro Moscardi, 1 Giampiero De Carli. All. Francesco Dotto e Massimo Mascioletti. AUSTRALIA: 15 Larkham, 14 Tune, 13 Little, 12 Tombs, 11 Roff, 10 Payne, 9 Wallace, 8 Connors, 7 Robonson, 6 Kefu, 5 Morgan, 4 Giffin (52’ Welborn), 3 A. Blades, 2 Caputo, 1 C. Blades. All. Greg Smith. ARBITRO: Thomas (Francia) I Marcatori: 7’ m. Payne tr. Wallace, 11’ cp. Mazzariol, 14’ m. Tombs, 18’ m. Roff, 23’ m. Little tr. Wallace, 27’ m. Connors tr. Wallace, 32’ e 39’ cp. Mazzariol, 59’ drop Mazzariol, 61’ cp. Wallace, 63’ m. Roselli tr. Mazzariol, 68’ m. Kefu tr. Wallace, 70’ m. Robinson tr. Wallace, 72’ m. Larkam tr. Wallace.
Da allora, un’attesa interrotta solo da Italia “A” - England Saxons del 9 febbraio 2008 all’“Aldo Campo” di Ragusa, dalla gara del 6 Nazioni Under 20 Italia – Francia dell’1 febbraio 2013 al “Tomaselli” di Caltanissetta, e dal triangolare sevens Italia - Germania – Israele del 22 febbraio 2014 al “Tupparello” di Acireale.
È quindi già un appuntamento da non perdere con la storia il match del “Massimino” dell’11 novembre alle 15: prima sfida di un autunno che, per Parisse e compagni, proseguirà il 18 novembre a Firenze contro l’Argentina ed il 25 novembre a Padova contro il Sudafrica.
SCARICA L’APP PER CONSULTARE TUTTI I PROFILI DEGLI AZZURRI
I biglietti sono in vendita, a partire da 12€, attraverso i canali messi a disposizione da TicketOne, ticketing partner ufficiale della FIR:
- - -
online su
www.ticketone.it nei punti vendita TicketOne di tutta Italia tramite Call Center 892.101
Questi i prezzi dei biglietti in dettaglio (Intero/Azzurro XV/Ridotto U16- O65):
Tribuna “A”: 50€/43€/40€ Tribuna “B”: 30€/26€/24€ Curve e Settore Ospiti: 15€/13€/12€
Ulteriori dettagli sul ticketing dei Crédit Agricole Cariparma Test Match 2017 sono reperibili nell’area dedicata del sito internet FIR,
http://ticket.federugby.it, e sull’app ufficiale per iOS e Android scaricabile da http://app.federugby.it
CLICCA QUI PER LA BIGLIETTERIA DEI CREDIT AGRICOLE CARIPARMA TEST